giovedì 29 gennaio 2009

I DELLA VALLE CONTENTI: COSI' SI LOTTA PER LA CHAMPIONS. DE LAURENTIIS DELUSO, MARINO IRONICO SULL'ARBITRAGGIO

"Molto bene la Fiorentina, e bene anche l'arbitraggio di Rizzoli". Il commento del patron della Fiorentina Diego Della Valle alla fine del match che ha visto la sua squadra prevalere sul Napoli è conciso, ma sintetizza quello che è il pensiero della società viola dopo le polemiche post Juventus-Fiorentina. Più loquace il fratello Andrea, il presidente, che torna sul suo sfogo seguito agli errori di Saccani nella partita contro i bianconeri: "Mi sono infuriato - spiega -, era il mio dovere mostrare la nostra non serenità, ma non ho mai messo in dubbio la buona fede degli arbitri, anzi Collina è bravissimo a fare il suo lavoro. E' stato soltanto un piccolo sfogo, perchè erano mesi che c'erano sviste contro di noi, ma stasera credo sia tornata la serenità". Andrea Della Valle parla anche della partita, ammettendo che "ci poteva stare anche il pari, ma per noi era fondamentale vincere. Adesso si riparte per il nostro campionato, che è quello con la Roma, il Napoli e il Genoa per i posti in Champions e in Uefa". Anche l'allenatore viola Prandelli è soddisfatto del match dei suoi ragazzi: "Era una partita molto difficile, ma il nostro atteggiamento è sempre stato positivo e non abbiamo mai perso la testa, nemmeno dopo il pareggio. Ci abbiamo creduto sempre, siamo stati coraggiosi e anche determinati nel cercare una vittoria importante, che pesa molto. Adesso voglio continuità di risultati". Il match winner Montolivo ripercorre l'ultimo complicato periodo della sua squadra: "Sono stati giorni difficili - commenta - e ci siamo sentiti derubati, ma noi per la Champions ci siamo". Sulla sponda napoletana, deluso il presidente Aurelio De Laurentiis, presente in tribuna, mentre il direttore generale Pierpaolo Marino ha ironizzato: "Il fallo di mano di Gamberini in area nel finale? Con questo clima, mi sarei sorpreso se ci avessero dato rigore.. Comunque andiamo avanti, anche il giovane Sepe mi pare abbia fatto bene: non ha responsabilità sul gol di Montolivo". Sull'unico vero episodio controverso della partita è intervenuto anche l'allenatore del Napoli, Edi Reja, cercando di stemperare: "Cannavaro mi ha detto che il fallo di mano c'era, ma non stiamo a discutere questo episodio. Preferisco sottolineare il fatto che il Napoli ha ritrovato lo spirito giusto, lo spirito battagliero. Purtroppo siamo mancati nelle ripartenze ma abbiamo lottato: per il Napoli è un momento brutto ma sono convinto che ci basterà solo fare risultato per ritrovarci. Sabato contro l'Udinese sono sicuro che non falliremo".

Nessun commento: