mercoledì 26 novembre 2008

BERLUSCONI INCONTRA I GIOVANI NAPOLETANI IN PRIMA LINEA CONTRO LA CAMORRA: RAGAZZI VANNO SOSTENUTI E AIUTATI A RESTARE DOVE SONO NATI

Una delegazione di 'Studenti Napoletani contro la Camorra', associazione giovanile contro la criminalità organizzata in Campania, è stata ricevuta questa mattina dal Presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi. A guidare il gruppo di ragazzi e ragazze a Palazzo Chigi e' stato il ministro della Gioventu', Giorgia Meloni che ha dichiarato: "Avevo promesso agli studenti incontrati nella mia recente visita a Napoli e Casal di Principe, che li avrei condotti dal premier per dar loro modo di illustrare i risultati del questionario anticamorra elaborato in Campania.
Sono davvero grata al Presidente Berlusconi per aver accettato questa richiesta".
Nel corso del colloquio - si legge in una nota di palazzo Chigi - è emerso il dato preoccupante rappresentato dell'alta percentuale di giovani napoletani desiderosi di abbandonare la propria città: "Per questo - ha aggiunto il ministro - dobbiamo sostenere con ogni mezzo coloro che hanno scelto di restare e sfidare la camorra, che preclude loro le migliori opportunità di realizzazione umana e professionale".
Il Presidente del Consiglio si è mostrato rattristato da questo dato: "Napoli ha bisogno dei suoi giovani- ha spiegato Berlusconi - per potersi rilanciare nel mondo. Dobbiamo trovare insieme le soluzioni per arrestare questa emorragia di forza e
creativita'". Dopo essersi intrattenuto a lungo con i ragazzi, il Presidente del Consiglio ha dato loro appuntamento alla sua prossima visita nel capoluogo campano.

Nessun commento: