lunedì 27 ottobre 2008

I MAGISTRATI DI CALCIOPOLI DEPOSITANO NUOVI ATTI CHE MOSTRANO RAPPORTI D'AFFARI LECITI TRA LA JUVE E IL DESIGNATORE ARBITRALE BERGAMO

Prima udienza davanti al giudice Eduardo De Gregorio del Tribunale di Napoli per 11 dei 35 imputati del processo a Calciopoli che hanno scelto il rito abbreviato… Alla sbarra ci sono l’ex amministratore delegato della Juve Antonio Giraudo, ma anche arbitri come Tullio Lanese, Marco Gabriele, Paolo Dondarini Domenico Messina e altri che in caso di condanna otterrebbero uno sconto equivalente ad un terzo dell’eventuale pena inflitta. Gli imputati rispondono delle accuse di aver truccate decine di partite del campionato di serie A e B 2004-2005, avendo fatto parte di una sorta di 'cupola' che secondo l’accusa faceva capo a Luciano Moggi, ex potente direttore generale della Juve. L’udienza si è aperta con la costituzione dei legali degli imputati e con l’avvio della requisitoria dei magistrati titolari dell’inchiesta. Tra gli atti depositati alcune polizze di assicurazione stipulate per conto della Juventus dall'allora amministratore delegato della società bianconera Antonio Giraudo con Paolo Bergamo, designatore arbitrale e all'epoca dei fatti agente assicurativo. Documenti che sono emersi da una recente indagine della Guardia di Finanza e che entrano oggi a far parte del processo. Polizze che furono poi liquidate alla Juventus, secondo quanto riferito in aula dai pm, per un importo di un milione e 800 mila euro e un milione e 32 mila euro. "Non sono operazioni illecite ma hanno rilevanza perchè dimostrano un intreccio di rapporti" hanno spiegato i magistrati. La prossima udienza, nella quale la parola spetterà ancora all'accusa, è fissata per il 12 dicembre prossimo. Il processo agli altri 24 imputati comincia invece il 20 gennaio del 2009

Nessun commento: