venerdì 26 settembre 2008

SEMINAVANO IL TERRORE TRA I RAGAZZINI DEL QUARTIERE VOMERO, PRESI QUATTRO COMPONENTI DI UNA BABY-GANG

Seminavano il panico nel quartiere Vomero, rapinando coetanei dei loro averi ma, grazie all’intervento degli agenti del Commissariato di Polizia “Vomero”, 4 giovanissimi sono stati arrestati con l’accusa di rapina aggravata e continuata, in concorso tra loro. I poliziotti, infatti, su segnalazione della sala operativa della Questura, sono intervenuti, nella serata di ieri, in Via Belvedere ove, da poco, era stata consumata una rapina ai danni di due minori.
Le descrizioni fornite dalle vittime, hanno consentito agli agenti di rintracciare, in Via Caldieri, 4 giovanissimi che, alla vista della Polizia, tentavano di scappare. Il capo della baby-gang, Isidoro Mostardini, da 20 giorni maggiorenne, ha tentato, dopo aver percorso oltre 300 metri, di nascondersi tra le auto in sosta ma, è stato raggiunto. Gli agenti sono riusciti a bloccare i 4, trovandoli in possesso di 8 telefoni cellulari, 4 dei quali sicuro oggetto di rapina, un coltello a serramanico con lama di 8cm, un bastone animato ed allungabile, in metallo pesante, nonché della somma di 30 euro. Nel corso delle indagini, i poliziotti hanno accertato che i 4 si erano resi responsabili anche di un’altra rapina ai danni di altri due giovani in Via Longo. I quattro sono stati riconosciuti dalle vittime. G.D.A, da poco 15enne, G.P.e P.D.L., da poco 16enni, sono stati arrestati e condotti al centro di prima accoglienza dei Colli Aminei mentre Mostardini al Carcere di Poggioreale.

Nessun commento: