mercoledì 25 giugno 2008

MACCHIA SOPRANA CHIUDE PER PROBLEMI DI SICUREZZA, MA IL SINDACO DI SERRE ACCUSA: E' UNA SCUSA PER APRIRE VALLE DELLA MASSERIA


Interruzione dei conferimenti di rifiuti presso la discarica di Macchia Soprana a Serre. I motivi di questo blocco sono spiegati in un provvedimento a firma del Consorzio Sa2 che "ha provveduto ad eseguire i lavori, la cui progettazione è stata di volta in volta illustrata e discussa in sede di conferenza di servizi indetta dal Ministero dell'Ambiente e le cui conclusioni definitive sono state approvate con decreto a firma del Direttore Generale del Ministero. Il consorzio ha sempre adottato le misure per scongiurare ogni eventuale pericolo per l'incolumità pubblica e per la salubrita' dell' ambiente, lavorando d'intesa con gli organi preposti al controllo (Arpac, Asl, Ministero dell'Ambiente)". Il Consorzio Sa2, prosegue la nota, "pur nelle difficoltà esistenti in un sito ove si è contestualmente garantita l' attività di conferimento (richiesta in tutte le sedi istituzionali) ed i lavori di ultimazione della discarica, ha sempre operato per scongiurare ogni eventuale pericolo per l'ambiente e per l'incolumità pubblica e privata, adottando tute le misure idonee. Inoltre, il Consorzio ha operato nella massima trasparenza evitando gli affidamenti diretti, pur possibili e autorizzati in presenza di una situazione di grave emergenza legata alla mancanza di siti di discarica nell'intera regione, conseguendo significativi ribassi rispetto agli importi da progetto, e sempre d'intesa con tutte le autorità preposte al controllo (Arpac, Asl), le quali hanno costantemente eseguito sopralluoghi e verifiche. Il Consorzio Sa2, in qualità di Ente gestore, pur ribadendo che non sussistono pericoli per l'incolumità pubblica e privata e per la salvaguardia dell'ambiente, resta a disposizione per ogni opportuno sopralluogo da parte dei tecnici del Sottosegretariato di Stato". Il sindaco di Serre Palmiro Cornetta, riferisce che sulla questione "c'è stato detto che c'è un cedimento strutturale, ma a me non risulta. Io ci vado ogni mattina sul sito, mando anche miei collaboratori a verificare le condizioni del sito. A me non risulta niente. Sembra tutto in ordine". A suo giudizio "hanno preso un grande abbaglio. Non riesco a capire, due settimane fa ci è stato chiesto di portare la discarica a un milione di tonnellate ed oggi ci viene detto che il sito è inidoneo". "Non voglio fare dietrologia, non penso che ci siano macchinazioni, ma in questa vicenda c'è una cosa certa, e cioè per me che non si mette in discussione di nuovo Valle della Masseria.

Nessun commento: