lunedì 26 maggio 2008

IL CENTRAVANTI AZZURRO MARCO BORRIELLO: LA CAMORRA? C'E' SEMPRE STATA. LO STATO? E' ASSENTE. SPERO CHE BERLUSCONI FINALMENTE AIUTI NAPOLI


Non vede l'ora di andare a vedere Gomorra, film di Matteo Garrone premiato a Cannes. Marco Borriello, centravanti del Genoa e della Nazionale, nato 26 anni fa a Napoli e cresciuto nel quartiere di San Giovanni a Teduccio, ammette però di non aver bisogno di vedere il film o leggere libri per sapere qual è la drammatica realtà della sua città. A partire dall'emergenza rifiuti. "Ora gli abitanti di Chiaiano protestano - ha detto Borriello - mi auguro però che capiscano che se la situazione non si risolve, ci sarà una sola conseguenza: crescera' l'immondizia di Napoli". L'attaccante ricorda di aver passato tutti gli anni dell'infanzia per le strade del suo quartiere, e ne trae un'amarissima conseguenza. "La camorra c'è sempre stata, sempre ci sarà. Perchè con la camorra la gente vive, la gente mangia. In un certo senso, è costretta. Stato assente? Sì lo Stato manca. Spero che Berlusconi e il suo governo risolvano il problema dei rifiuti. Lui ne ha le qualità". "Non è bello vedere Napoli in queste condizioni - ha aggiunto Borriello - evidentemente chi ha amministrato in questi anni ha commesso degli errori. Credo che a governare siano stati Iervolino e Bassolino. Spero che Napoli si rialzi, un po' come ha fatto la squadra di calcio. Ma per me non c'è bisogno di libri o di film per capire qual è la situazione. Io per quelle strade ho vissuto".

Nessun commento: