lunedì 31 marzo 2008

LE BELLEZZE DI VENEZIA, LE MERAVIGLIE OFFESE DI NAPOLI

Quanto è bella Venezia. Un amore di città. Sì, è un po' sporca, ma la gente si danna, si affanna a tenerla pulita in ogni modo. Sì, è un po' caotica, ma i veneziani si impegnano allo spasimo per aiutare i loro ospiti ad avere un soggiorno piacevole. Sì, è una città un po' decadente, ma ha sempre un fascino incredibile, indimenticabile, difficile da raccontare. E poi ci sono le mille iniziative culturali, i mille negozi aperti, le mille luci, la gente di ogni razza, religione e colore della pelle che si incontrano, si parlano, si incrociano, si divertono, ammirano rapiti palazzi, gondole, gondolieri. Dovessi fare un parallelo, tracciare le differenze tra Venezia e Napoli, direi che sono due città meravigliose ma i napoletani non hanno per il Golfo, Posillipo, i Decumani, il Lungomare e le mille meraviglie partenopee lo stesso amore che i veneziani hanno per le centinaia di bellezze della loro Laguna. Ogni volta che lascio Napoli (in questo caso sono in Veneto per presentare il mio libro), capisco perchè sono così triste, sconvolto per quelle incredibili immagini di rifiuti per strada che ci squalificano agli occhi del mondo. Una città come Napoli, mi dicono spesso due colleghi tedeschi, non ha eguali al mondo per bellezze naturali, clima e cibo, ma i napoletani....

Nessun commento: