USURA: DIA SEQUESTRA BENI IN CALABRIA PER DUE MILIONI

Beni mobili ed immobili per un valore di due milioni di euro sono stati sequestrati dalla sezione operativa di Catanzaro della Dia ad un imprenditore di San Leonardo di Cutro (Crotone), Mario Falcone, 59 anni, accusato di avere gestito una vasta attivita' di usura. Falcone, ritenuto legato all'omonima cosca della 'ndrangheta, e' stato coinvolto in due operazioni denominate ''Cravatte piegate'', nel 2009 e nel 2011, con l'accusa di usura ed estorsione aggravati dalle modalita' mafiose. I beni sequestrati a Falcone dalla Dia consistono in 18 immobili, un distributore di carburante, conti correnti bancari ed alcune automobili e mezzi pesanti.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.