GIUSTIZIA: CD ROM FUORI USO, IN LIBERTA' INDAGATI

Il cd-rom che contiene gli atti dell'inchiesta e' rotto e il Tribunale del Riesame rimette in liberta' gli indagati coinvolti in un'inchiesta su tangenti e appalti. Accade a Napoli dove i giudici hanno annullato l'ordinanza cautelare agli arresti domiciliari nei confronti del sindaco di Casalduni (Benevento) Raimondo Mazzarelli e del caposervizio amministrativo Cosimo D'Addona che erano stati arrestati il 19 marzo scorso dai carabinieri nell'ambito dell'operazione ''Feudo'' riguardante una serie di reati contro la pubblica amministrazione nel comune beneventano. Una inchiesta condotta dal pm di Benevento Antonio Clemente. Il Tribunale del Riesame di Napoli (presidente Enzo Lomonte) ha accolto la richiesta degli avvocati Antonio De Girolamo e Umberto Del Basso De Caro che avevano rilevato l'impossibilita' di leggere gli atti dell'indagine in quanto i file del cd-rom non si aprivano. Il tribunale ha pertanto dichiarato l'inefficacia della misura cautelare dichiarando decorsi i cinque giorni a disposizione del pubblico ministero per la trasmissione degli atti al Tribunale. ''La tecnologia non sempre aiuta e certamente l'uso del vecchio sistema cartaceo elimina questo tipo di inconvenienti'', ha commentato l'avvocato De Girolamo.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.