EMANUELE, 14 ANNI, UCCISO A 14 ANNI NEL CORSO DI UNA RISSA AD AVERSA


Una rissa tra ragazzini poco dopo la mezzanotte in una stradina di Aversa, in provincia di Caserta. Zona di localini frequentata da ragazzini. Uno di loro  estrae un coltello, mena fendenti a destra e manca, in quattro finiscono in ospedale con ferite da taglio, saranno dimessi dopo poche ore, un quinto, un 14enne, Emanuele, muore mentre i medici provano un disperato intervento chirurgico: la lama gli aveva trapassato il cuore. Il presunto assassino ha 16 anni ed è stato arrestato.
Ma perché è scoppiata la rissa? I carabinieri vogliono capirlo, non sono convinti dei futili motivi… e non sono convinti che sono stati fermati tutti i partecipanti alla rissa…. Ecco perché hanno messo sotto torchio tutti i feriti e il presunto assassino…L’omertà è tanta, il fatto che tra i protagonisti di questa tragica vicenda ci siano parenti di boss mafiosi del calibro di Zagaria, Nobis o Iorio, padrini del clan dei Casalesi, desta allarme…  
Insegnanti e amici del liceoEnrico Fermi che da quest’anno frequentava Emanuele, descritto da tutti come una ragazzino tranquillo , sono sotto choc.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.