PIAGGIO: RICORSO VINTO, LML NON PUO' USARE MARCHIO

Nessun risarcimento per Piaggio dall'indiana Lml, ma quest'ultima non potra' piu' usare i marchi 'Piaggio', 'Vespa' e 'Px' per i suoi scooter: e' quanto ha stabilito il Tribunale di Napoli con una sentenza il cui dispositivo e' apparso oggi su 'Corriere della Sera', 'La Repubblica' e 'Il Sole-24 Ore' e presto su due riviste specializzate di settore. Lml Italia e' stata riconosciuta responsabile di atti di contraffazione e di illecito concorrenziale nell'attivita' promozionale su Internet. L'azienda indiana negli anni '80 era stata licenziataria di Piaggio, producendo per l'India una versione dello scooter Vespa Px. Sciolto il rapporto con la casa di Pontedera, Lml ribattezzo' 'Star' il suo scooter: in base a un lodo extragiudiziale, fu fissato il divieto di utilizzare i marchi Piaggio, Vespa, Px da parte dell'azienda indiana. A fine 2009, Piaggio ha fatto ricorso al Tribunale di Napoli per proibire a Lml di continuare a fare riferimento a tali marchi nelle sue attivita' di vendita e comunicazione.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.