SICILIA: CROCETTA, FAVA MI SEMBRA UNA PERSONA ALLUCINATA

''Fava mi sembra allucinato, ha perso il senso delle cose. Ho detto solo che ci sono tanti Pippo Fava vivi e che bisogna stare attenti a deligittimarli, spaccando il fronte antimafia, per poi ricordarli quando sono morti. Il mio era solo un messaggio positivo, non volevo certo rubargli il padre ma intendevo solo esaltarlo''. Cosi' il neo governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, replica a Claudio Fava che ha definito l'ex sindacato di Gela ''piu' miserabile di quelli che hanno ammazzato mio padre'' per avere dichiarato ''io sono un Giuseppe Fava rimasto ancora vivo''. Per Crocetta quella di Fava ''e' una polemica decontestualizzata, su frasi di due mesi fa''. ''Qual e' il senso di questi attacchi continui nei mie confronti? Vorrei capirlo - aggiunge Crocetta - Penso di rispettare ampiamente la memoria di Giuseppe Fava''. L'attacco, secondo il governatore, ''va ormai al di la' della politica''. ''Fava si e' ritirato dalle elezioni ma si e' comportato come continuasse a essere lui il candidato - conclude Crocetta - Ha distrutto Sel, il suo partito, trascinando nel baratro anche Idv. Adesso, le elezioni sono finite, eppure continua con questi attacchi. Veramente non lo capisco. Non ho piu' niente da dirgli''.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.