ACCUSATO DI FRODE DA LOLLOBRIGIDA, ASSOLTO FIGLIO ZICHICHI PROCESSO PER CONTESA SU DIRITTI SCULTURA DISEGNATA DA ATTRICE

Il tribunale monocratico di Roma ha assolto Lorenzo Zichici, figlio del noto fisico Antonino, dall'accusa di frode in commercio e vendita di prodotti industriali con segni mendaci. Dichiarato prescritto il reato di truffa. La vicenda ha tratti cinematografici non solo perche'
come parte civile si era costituita Gina Lollobrigida ma anche per la trama di una storia durata nove anni. L'attrice, nel 2OO3, ha infatti denunciato Zichichi dopo la commercializzazione di una scultura ''Le colonne di San Pietro'', disegnata da lei, i cui proventi sarebbero dovuti andare alla diocesi di Roma e alle suore della carita' di Calcutta. I diritti del progetto, secondo la ricostruzione dei legali del figlio del fisico (Giovanni Di Benedetto del Foro di Palermo, Giandomenico Cagliazza e Federica Salemi del Foro di Roma), sono stati ceduti dall'attrice alla casa editrice ''Il cigno'' di Zichichi che si occupa anche di arte. I diritti finirono poi alla Swarovski (anche Rinaldo Albanesi, titolare di Swarovski Italia e' finito sotto processo con Zichichi e ha patteggiato una pena pecuniaria). Per il legale della Lollobrigida, Fabrizio Siggia, la donna non aveva autorizzato nessuno a cedere a terzi il bozzetto della scultura. Non l'ha pensata cosi' il giudice che ha anche trasmesso gli atti alla Procura per indagare sull'attrice, che aveva chiesto il risarcimento di due milioni di euro, e due testi per calunnia e falsa testimonianza. Mentre per l'ex legale della star del cinema, l'avvocato Giulia Citani, il tribunale ha disposto la trasmissione in Procura per corruzione in atti giudiziari.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.