SPRECHI MILIONARI PER BONIFICHE FANTASMA IN CAMPANIA, CITATI DAVANTI ALLA CORTE DEI CONTI BORDON, BASSOLINO, MORESE E ALTRI. L'ACCUSA E TUTTI I NOMI DEI CITATI PER DANNICHE AMMONTANO A 43 MILIONI DI EURO


Il danno all’Erario accertato dai finanzieri napoletani nel settore delle bonifiche ambientali ammonterebbe a oltre 43 milioni di euro. Una cifra che secondo la Corte dei Conti per la Campania dovrebbero risarcire ex amministratori pubblici e funzionati del commissariato per le bonifiche della Regione che avrebbero affidato una appalto milionario ad un’azienda senza rispettare le norme in materia e senza che questa avesse i requisiti.
In 17 sono stati citati in giudizio e tra loro si sono l’ex ministro dell’Ambiente Willer Bordon, l’ex sottosegretario al Lavoro Raffaele Morese, l’ex presidente della Regione Antonio Bassolino ed alcuni professionisti. Ma ecco tutti gli altri citati in  giudizio davanti alla Corte dei Conti che dovranno e potranno ovviamente controdedurre alle accuse di danno erariale contestate dai finanzieri:

1) WILLER BORDON  ministro dell'ambiente
2) RAFFAELE MORESE sottosegretario al lavoro
3) ANTONIO BASSOLINO presidente regione Campania
4) ADRIANA BUFFARDI assessore regionale
5) RAFFAELE VANOLI sub commissario emergenze bonifiche
6) ARCANGELO CESARANO subcommissario bonifiche
7) ANTONIO VALIANTE vice presidente regione Campania
8) VINCENZO AITA assessore regione Campania
9) GIANFRANCO ALOIS assessore regione Campania
10) LUIGI ANZALONE assessore regione Campania
11) TERESA ARMATO assessore regione Campania
12) ENNIO CASCETTA assessore regione Campania
13) MARIA FORTUNA INCOSTANTE assessore regione Campania
14) FEDERICO SIMONCELLI assessore regione Campania
15) MARCO DI LELLO assessore regione Campania
16) LUIGI NICOLAIS assessore regione Campania
17) ROSALBA TUFANO assessore regione Campania

L’aspetto più grave di questa vicenda lo sottolinea la Corte dei Conti, che spiega come nonostante l’incredibile dispendio di risorse pubblica, centinaia di milioni di euro, le aree della Campania scelte (litorale flegreo e zona aversana, tra le più inquinate d’Italia) non sono mai state bonificate e che 380 lavoratori assunti…hanno percpeito stipendi e persino cassa integrazione per anni senza aver mai fatto una sola ora di lavoro.


Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.