SPENDING REVIEW:CONSIGLIO PROV. NAPOLI,NO SPESE RIFIUTI


'Il Consiglio Provinciale chiede alle forze politiche presenti nella Commissione Bilancio della Camera dei Deputati l'impegno ad escludere dal computo dei costi intermedi le voci relative alle spese sostenute dalla Provincia di Napoli per i rifiuti, che ammontano a 111 milioni di
euro, e per i progetti per servizi socialmente utili, pari a 40 milioni, nella determinazione dei tagli spettanti a ciascun'Amministrazione provinciale ai sensi della spending review''. E' quanto si legge nell'ordine del giorno approvato all'unanimita' dall'Assemblea di Santa Maria la Nova nel corso della seduta tenutasi questo pomeriggio ed appena conclusasi. ''Se cio' non accadra' - continua il documento - il taglio che l'Ente di piazza Matteotti dovra' subire ammontera' a 46 milioni di euro e non si potra' che procedere al dissesto''. ''Le spese per i rifiuti - si spiega nel testo - sono state imputate al bilancio della Provincia di Napoli in base alla ben nota legge regionale che, solo in Campania, prevede la provincializzazione dei rifiuti (tali spese sono infatti a carico solo delle Province di Napoli e Caserta) mentre quelle per i servizi socialmente utili sono a carico della Provincia di Napoli, unico caso in Italia, in virtu' di una norma nazionale''. ''Occorre pertanto - ha dichiarato il Presidente del Consiglio, Luigi Rispoli - che il Governo ed il Parlamento tengano conto di questa specificita' della Provincia di Napoli ed intervenire per defalcare queste voci dal computo complessivo dei costi intermedi, in modo da determinare un taglio a carico dell'Ente pari al massimo a 26 milioni. In questo caso, anche con enormi sacrifici, l'Ente riuscirebbe a garantire i servizi di propria competenza. In caso contrario, il dissesto sara' inevitabile''. Successivamente il Consiglio ha respinto le osservazioni formulate dal Presidente dell'Ente Luigi Cesaro in ordine alla contestazione di incompatibilita' mossagli dall'Assemblea nella seduta del 9 ottobre scorso ed ha dato mandato al Presidente del Consiglio Rispoli di convocare nuovamente il Consiglio tra 10 giorni per procedere alla dichiarazione di decadenza definitiva.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.