MADRE IN PUNTO DI MORTE AFFIDA FIGLIO DISABILE A VICINO, CHE PERO' SI PRENDE LA PENSIONE E LO SOTTOPONE A MALTRATTAMENTI, PERCOSSE E VESSAZIONI: ARRESTATO 63ENNE

Una vicenda assurda, quella che gli agenti del Commissariato di P.S. "Afragola" sono riusciti a portare alla luce, a seguito di un'attività d'indagine, che ha consentito l'arresto di Luigi MARGIONE di 63anni, per maltrattamenti nei confronti di un 54enne poliomielitico, con problemi di deambulazione, costretto all'uso della sedia a rotelle.
La vittima, da circa due anni, non avendo altri parenti prossimi, così come erano le volontà della madre in punto di morte, era stata affidata alle cure di MARGIONE, vicino di casa e persona della quale la donna si fidava.
Il vicino, per l'affidamento dell'uomo, percepiva dall'INPS la somma mensile di €.1.300,00 e, benché la donna avesse riposto su di lui estrema fiducia, però, non ha esitato a maltrattare il 54enne, segregandolo in casa, picchiandolo anche con un bastone e costringendolo a vivere in pessime condizioni igieniche.
Le indagini della Polizia, avviate la scorsa estate, a seguito di preoccupazioni paventate da alcuni vicini, hanno consentito di acquisire prove circa le continue percosse subite dalla vittima, ricoverata in ospedale, tra l'altro, anche per la frattura della V e VI costola, dopo essere stato percosso.
L'Ufficio GIP della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, a seguito dell'articolata attività d'indagine dei poliziotti, ha emesso nei confronti di MARGIONE un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari che, nel pomeriggio di ieri, è stata eseguita dagli agenti.
La vittima, dopo l'interessamento del parroco del quartiere, è stata condotta in una casa di cura in Giugliano in Campania, ove potrà ricevere le cure adeguate.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.