LAVORATORI CONTRO ALLA FIAT DI POMIGLIANO. FIOM, NO ALLA CONDANNA DEGLI OPERAI MA I SINDACATI SBAGLIANO

''Non condanno i colleghi che hanno firmato la petizione, ma i sindacati che all'interno dello stabilimento li hanno lasciati ancora una volta soli'': e' quanto ha affermato Francesco Percuoco, ex rsu Fiom al Vico di Pomigliano d'Arco, ed attuale coordinatore provinciale del sindacato per il settore auto, commentando le
1738 firme in calce alla petizione avviata alcuni giorni fa da un gruppo di operai della newco, preoccupati per le 145 assunzioni degli iscritti ai metalmeccanici della Cgil disposte dalla corte d'Appello di Roma. ''Se l'avessero fatta con voto segreto - ha aggiunto Percuoco - non avrebbero ottenuto consensi. In un primo momento gli operai sembravano decisi a non firmare, ma poi ci e' stato riferito che sono stati messi di fronte all'ennesimo ricatto, e che erano stati invitati a firmare perche' altrimenti sarebbero stati loro a 'fare spazio' ai lavoratori della Fiom''. Secondo Percuoco, i lavoratori sarebbero stati ''lasciati soli dalle rsu dei sindacati firmatari''. ''Non hanno saputo difenderli - ha concluso - qualcuno addirittura avrebbe consigliato di firmare per evitare 'ritorsioni'. Un ricatto peggiore del referendum, perche' questa volta i lavoratori si sono ritrovati a firmare senza essere riparati dalle cabine elettorali. Ma spero che prima o poi dicano basta a questi soprusi''. 

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.