ESPLODE BOMBOLA DI GAS A FORMIA, PALAZZO SVENTRATO. IL BILANCIO: 10 FERITI E TRA QUESTI UN NEONATO E 2 BIMBI DI 5 E 8 ANNI

Un rumore sordo, poi un boato, quindi un silenzio irreale e infine il suono di sirene. Erano da poco passate le 14 quando una tranquilla domenica di ottobre, col sole che scotta e le strade del centro di Formia ancora affollate da turisti, si trasforma in una giornata da incubo. In un palazzo di tre piani in via Madonna di Ponza, una bombola di gas è esplosa sventrando l'intero primo piano. Il bilancio drammatico, ma non ancora definitivo, è di 10 feriti in condizioni serie ma non gravi. Tra i feriti, purtroppo, c'è anche un neonato di pochi mesi e due bambini di 8 e 5 anni, uno italiano e due albanesi. Completamente distrutti due appartamenti, un terzo danneggiato. Il neonato è stato trasferito all'ospedale di Latina. Altre due persone ferite sono state invece trasferite a Roma. Tutti gli altri feriti sono ricoverati all'ospedale di Formia. L'intero edificio è stato evacuato e messo in sicurezza dai vigili del fuoco del distaccamento di Gaeta. Indagano sull'esplosione i carabinieri che hanno già richiesto ai vigili del fuoco un rapporto dettagliato sulle cause dell'esplosione e stanno interrogando feriti e altri residenti nel palazzo che nei prossimi giorni dormiranno a casa di amici o in alberghi della zona.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.