TRAFFICO DI DROGA TRA SPAGNA E ITALIA, NEI GUAI ANCHE UN CAPO ULTRAS DEL NAPOLI. SONO 18 GLI ARRESTI

Massimiliano Amato, 41 anni, detto 'o bandito, a capo degli ultras napoletani che si riconoscono nella sigla "Fedayn" all'epoca dei fatti, e' uno dei 13 destinatari di misura cautelare in carcere arrestati nel corso dell'operazione della Guardia di Finanza di Napoli contro una organizzazione che importava cocaina dalla Spagna per il mercato campano. Amato, dicono le indagini, era lo stretto collaboratore dei vertici del gruppo, i fratelli Giuseppe e Fabio Sabatino, di San Giorgio a Cremano, che avevano contatti diretti con i fornitori spagnoli e che spesso si recavano per questo nella penisola iberica. Il gip di Napoli aveva firmato 18 provvedimenti restrittivi, di cui 2 a carico di cittadini spagnoli, ma tre persone sono ancora ricercate.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.