SALVATA COPPIA DI SPOSINI COREANI, ERANO ANCORA A BORDO DELLA CONCORDIA, NELLA CABINA 303

I due coreani salvati nella notte a bordo della Costa Concordia incagliata all'Isola del Giglio erano alla loro prima crociera, in viaggio di nozze, ed erano saliti a bordo proprio ieri a Civitavecchia. Per estrarli e' stata necessaria un'ora e mezza di lavoro. I loro nomi sono Hye Jim Jeong e Kideok Han, entrambi dell'83. Quando sono scesi all'isola del Giglio dopo il salvataggio avevano i volti provati, ma erano tranquilli. Il vigile del fuoco Fabio Bargagna, capo della squadra speleo-alpino-fluviale (Saf) che li ha tirati fuori, racconta cosi' le fasi del salvataggio: ''Abbiamo perlustrato la nave, iniziando dal ponte 6, controllando cabina per cabina. Arrivati a poppa, abbiamo chiamato, con la speranza che qualcuno ai piani inferiori ci rispondesse. E cosi' e' stato''. I due coreani erano erano nella cabina 303 all'ottavo ponte e sono rimasti sempre chiusi li' dal momento del naufragio. ''Sentivamo i vostri rumori - hanno raccontati ai soccorritori - ma non siamo riusciti a farci sentire. Poi finalmente ci avete trovato''. Ai vigili del fuoco i due sposini hanno anche detto di non ne' visto ne' sentito altre persone intorno a loro in queste 24 ore. Per questo i pompieri continueranno tutta la notte a lavorare nei ponti non invasi dall'acqua, perche' la speranza che vi siano altre persone in vita non e' stata abbandonata.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.