I TASSISTI DI NAPOLI FORZANO E OCCUPANO PIAZZA DEL PLEBISCITO PER PROTESTARE CONTRO LE LIBERALIZZAZIONI. OGGI POTREBBERO PARALIZZARE LA CITTA'

Contro il progetto allo studio del governo Monti di liberalizzare le licenze, i tassisti napoletani sono in rivolta. Piazza del Plebiscito, il salotto di Napoli, da anni chiusa al traffico, è stata letteralmente invasa da centinaia di auto bianche con capannelli di tassisti che per tutta la notte hanno vegliato sulle vetture e discusso su future immediate iniziative di protesta oltre a quella nazionale già prevista per il 23 gennaio. L'immagine della piazza diventata un tappeto d'auto ha riportato indietro di 20 anni le lancette del tempo quando, prima che cominciasse l'era Bassolino, piazza del Plebiscito era un parcheggio per le macchine. I promotori della protesta annunciano di non voler smobilitare, hanno occupato la piazza per tutta la notte, sono fermi li anche questa mattina ed il rischio è che tutti assieme, improvvisamente possano uscire dalla piazza e andare in giro per Napoli a passo di lumaca. Sarebbe la paralisi totale di Napoli e dell'area metropolitana.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.