TRAVOLTO DAGLI SCANDALI SI DIMETTE IL DIRETTORE GENERALE DI QUELLA CHE UN TEMPO ERA LA MITICA BBC

''L'unica cosa onorevole da fare''. Ha gettato la spugna cosi', in serata, il direttore generale della Bbc, George Entwistle. Travolto dagli scandali e annientato dalle critiche, ha rassegnato le dimissioni con effetto immediato, solo due mesi dopo avere assunto l'incarico alla guida dell'emittente. L'unica cosa da fare, per salvare la reputazione della Bbc, in profonda ''crisi di fiducia'', provata da uno scandalo gravissimo dietro l'altro. Per tutta la giornata aveva tentato ''di fare il possibile'' Entwistle per arginare una valanga che aveva pero' gia' preso la rincorsa e da giorni. Entwistle ha pagato quel ''giornalismo scadente, inaccettabile'', menzionato dal presidente della Bbc, Lord Patten, riferendosi alle accuse di pedofilia nei confronti di Lord McAlpine, politico Tory di spicco dell'era Thatcher, mandate in onda e poi rivelatesi infondate. Entwistle si era scusato in diretta in mattinata: ''quel servizio non sarebbe dovuto andare in onda. Abbiamo sbagliato e ce ne scusiamo, senza riserve''. Scuse rivolte in particolare a Lord McAlpine, accusato di pedofilia dopo che un uomo vittima di abusi sessuali negli anni '70 e '80 in una casa di accoglienza per minori in Galles, aveva dichiarato alla trasmissione di punta della Bbc 'Newsnight' che uno dei suoi 'carnefici' era un noto politico conservatore. Sebbene il nome non fosse stato rivelato, ci e' voluto poco perche' questo trapelasse e circolasse su Internet, alla merce' di chiunque. Ma poi lo stesso uomo che lo aveva accusato, Steve Massahm, ha ammesso di essersi sbagliato e che il suo persecutore non ha nulla a che fare con Lord McAlpine, oggi settantenne che vive tra l'Inghilterra e l'Italia, nel Salento. Allora cos'e' andato storto? Perche' i reporter di Newsnight (pluripremiata trasmissione di giornalismo d'inchiesta in onda da 36 anni) prima di andare in onda non hanno verificato le informazioni, fatto i controlli necessari? Quelli soliti, quelli che la Bbc 'insegna' a fare. E lui, il direttore responsabile, dov'era? Lo hanno incalzato nelle interviste fin dalla mattina i suoi stessi giornalisti: ha risposto che non aveva visto il programma incriminato prima che andasse in onda il 2 novembre. Che non ne era stato informato, che ha saputo tutto dopo. Si e' difeso spiegando che la Bbc e' enorme e lui non puo' essere informato di tutto, che le responsabilita' sono ripartite. ''Era nostra responsabilita' verificare e non siamo stati in grado di farlo'', ha ammesso, assicurando che sarebbe stata fatta chiarezza, che aveva gia' commissionato un rapporto atteso sulla sua scrivania per oggi. Mentre Newsnight e' stata sospesa, la produzione congelata, la redazione commissariata e non si escludono provvedimenti disciplinari. Ma non e' bastato. In gioco c'e' ormai la credibilita' della Bbc.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.