TENTO' DI TRAVOLGERE COETANEO, 29ENNE CONDANNATO A 6 ANNI

Sei anni, 2 mesi e 20 giorni per tentato omicidio: e' la condanna per un 29enne originario di Napoli, ma residente a Rimini, che per futili motivi, a settembre dello scorso anno, aveva tentato di travolgere in auto un coetaneo. Questo pomeriggio, il giovane, difeso dall'avvocato Stefano Caroli, e' stato condannato in rito abbreviato. Il pubblico ministero aveva chiesto una pena di 10 anni. Il 29enne era stato arrestato dalla polizia stradale e, dopo un periodo ai domiciliari, era stato portato in carcere perche' ''beccato'' a farsi portare della droga a casa. E' ancora in carcere. Secondo le indagini della Polstrada, il 29enne aveva speronato con l'auto due ragazzi, sempre di Napoli di 27 e 28 anni, che si trovavano a bordo di uno scooter. Dopo aver urtato lo scooter, l'automobilista aveva tentato ancora di investire uno dei due, caduto a terra, che poi era finito in prognosi riservata e che, rappresentato dall'avvocato Piero Venturi, si e' costituito parte civile. Il giudice non ha stabilito alcuna provvisionale in quanto e' stata prodotta una lettera dell'assicurazione che si impegna a far fronte al risarcimento dell'investito. Stando alla ricostruzione che era stata fatta dalla polizia, il conducente dell'auto poco prima, la stessa sera, aveva litigato con uno dei due scooteristi in un bar di Bellariva di Rimini. Ad inchiodare il 29enne erano state le immagini di una telecamera di sicurezza che avevano confermato la versione delle vittime.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.