SGOMINATA DA CC BANDA SPECIALIZZATA IN ASSALTI POSTE 8 IN MANETTE, INDAGINI PARTITE DA COLPI UFFICI NEL PESARESE

I carabinieri di Pesaro, insieme ai colleghi toscani, hanno catturato la notte scorsa a Firenze e a Montopoli Valdarno (Pisa) una banda di 8 persone specializzata in assalti agli uffici postali di mezza Italia. Il 16 ottobre scorso i componenti avevano saccheggiato l'ufficio di Acqualagna fuggendo con 17mila euro. Arrestato il 'palo', Salvatore Recalbuto di Afragola, su di lui si concentrate le indagini per arrivare ai complici che erano invece riusciti a fuggire. Un lavoro investigativo importante, che ha permesso di assicurare alla giustizia professionisti del crimine legati quasi certamente alla criminalita' napoletana. Le indagini partite dall'assalto all'ufficio postale di Acqualagna, e prima ancora da quello alle poste di Colbordolo, hanno permesso di risalire a chi poteva aver agito con Recalbuto fino a intercettare le mosse dei banditi, come il colpo di ieri notte all'ufficio postale di Scandicci (Firenze). I carabinieri sapevano che avrebbero avuto a che fare con almeno otto persone, non armate, pronte a fuggire con diverse auto al minimo sospetto di complicazioni. Gli investigatori hanno lasciato che la banda entrasse, disattivasse il sistema d'allarme, aprisse la cassaforte, prendesse circa 70mila euro e ripartisse con 4 auto. Poi e' scattato il blitz. Gli arrestati, che si sono complimentati con i carabinieri, sono Ferdinando Sansone Marigliano, 36 anni di Afragola, Aniello Avino 28 anni di Napoli, Giacomo Spampinato, 42 anni di Casoria, Ciro Di Matola 26 anni di Napoli, Salvatore Borrelli, 38 anni di Napoli ma residente ad Arezzo, Massimo Coppola, 37 anni di Napoli, Antonio Zinno 30 anni di Napoli e Manolo Ambrosetti, 33 anni di Napoli. Secondo gli inquirenti, avrebbero dovuto rendere conto a un'organizzazione criminale da cui avevano avuto l'autorizzazione a colpire gli uffici postali.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.