PROVA A FAR SALTARE IN ARIA UN PALAZZO A CAPACCIO SCALO, VIENE SALVATO E ARRESTATO DAI CARABINIERI PERCHE' POTEVA FARE STRAGE

I Carabinieri della Compagnia di Agropoli, nella mattinata di oggi 10 novembre 2012, hanno tratto in arresto Aniello COSTANZO, 72enne di Capaccio, con l'accusa di tentata strage.
Il COSTANZO, verso le ore 09.00 circa, per cause in corso di accertamento, tentava di far esplodere complessive dieci bombole di gpl, di cui due innescate, e quattro contenitori di vetro pieni di materiale infiammabile che lo stesso aveva posizionato in più punti della palazzina ove domiciliava. Le fiamme si sono propagate avvolgendo l'intero appartamento che andava distrutto.
Ad intervenire prontamente sono stati i militari della Stazione di Capaccio Scalo e del dipendente NORM che solo grazie al tempestivo intervento, superando l'ostacolo frapposto dallo stesso COSTANZO che si era barricato in casa, riuscivano a trarlo in salvo e, successivamente, con l'aiuto determinate dei Vigili del Fuoco di Eboli, a domare l'incendio prima che si propagasse a tutto lo stabile.
Il Magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Salerno, disponeva l'arresto del COSTANZO che veniva tradotto presso l'ospedale di Salerno in regime di arresti domiciliari.
Le bombole e i contenitori in vetro sono stati sequestrati.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.