NOMADE RIMASTO UCCISO DOPO AVER FORZATO POSTO DI CONTROLLO DELLA POLIZIA STRADALE, PRESI I TRE COMPLICI

Arrestati i tre nomadi che ieri erano nella vettura che ha forzato il posto di controllo della polizia stradale e ingaggiato un conflitto a fuoco nel corso del quale è rimasto ucciso uno di loro. I tre fermati sono Negio Salkanovic, 42 anni, Valter Seferovic, 34 anni e Zadranko Hadzovic, 24 anni. I primi due nati in Bosnia, Hadzovic invece nato a Caserta. Sono stati riconosciuti anche responsabili di una rapina ad una tabaccheria di Santa Maria Capua Vetere dove hanno asportato soldi, sigarette e ricariche telefoniche. Le accuse per loro sono di rapina, resistenza, violenza e tentato omicidio in danno dei poliziotti. Erano residenti nel campo nomadi di Giugliano. Ora sono detenuti a Poggioreale.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.