IL COMUNE DI SORRENTO VIETA TATUAGGI E PIERCING AI SUOI VIGILI URBANI


Vietati tatuaggi e piercing ai vigili urbani di Sorrento (Napoli). E' la novita' del regolamento di polizia municipale adottato dal comune costiero, di cui da' notizia il quotidiano Metropolis in edicola oggi. E' tassativamente vietata durante il servizio l'applicazione di piercing visibili nonche' l'esposizione di tatuaggi.

  Gli eventuali cosmetici, monili ed orecchini, il cui utilizzo e' consentito solo al personale femminile, dovranno per forma, dimensioni e colore essere compatibili con il decoro della divisa, evitando ogni forma di appariscenza si legge nell' articolo 45 del nuovo regolamento di polizia municipale che la giunta municipale del Comune di Sorrento guidata dal sindaco Giuseppe Cuomo ha approvato nelle ultime ore.
  A Sorrento i caschi bianchi - oltre a saper parlare bene le lingue straniere - devono essere impeccabili. E l'esecutivo l'ha messo per iscritto in 53 pagine di un testo che adesso dovra' essere discusso ed eventualmente approvato in consiglio comunale. Il personale deve porre particolare cura affinche' l'acconciatura dei capelli, della barba e dei baffi siano compatibili con il decoro della divisa e' precisato nel provvedimento fortemente voluto anche dal vicesindaco Giuseppe Stinga, che si occupa di corso pubblico, mobilita' e marketing territoriale.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.