GIUSTIZIA: A NAPOLI CORSO PERFEZIONAMENTO MEDIAZIONE PENALE

Le ricadute sono molteplici, da quelle delle non trascurabili opportunita' occupazionali, all'alto valore sociale, generato dal miglioramento delle relazioni tra le persone. Altro risvolto di non poco conto, specie nel contesto nazionale, e' la risoluzione delle vertenze penali cui molto spesso approdano i conflitti interpersonali. E' questa la valenza della mediazione penale, attivita' svolta da un professionista che ha l'obiettivo di preparare e guidare l'incontro tra la vittima e l'autore di un reato, trasformando una relazione "tra antagonisti" in rapporto "tra persone che si assumono responsabilita'". Di tutto questo si parlera' lunedi' 12 novembre nelle sale del centro Giustizia minorile del tribunale per i minorenni di Napoli. L'occasione sara' la presentazione del corso di perfezionamento in mediazione penale, organizzato dal Formed, ente di formazione, didattica e cultura in collaborazione con il dipartimento di Giurisprudenza della Seconda Universita' di Napoli. All'evento prenderanno parte: Gustavo Sergio, presidente del tribunale per i minorenni di Napoli, Roberto Gentile, procuratore della repubblica presso il tribunale per i minorenni di Napoli, Giuseppe Centomani, direttore del centro di giustizia minorile della Campania, Mario Covelli, giudice di pace a Marano ed esperto in mediazione penale, Piero Avallone, giudice minorile presso il tribunale di Napoli, Paola Brunese, giudice minorile. I lavori saranno introdotti e moderati da Giuliano Baldi, ordinario di diritto penale presso la Sun.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.