FINTO CIECO DA 26 ANNI SCOPERTO E DENUNCIATO AD ARDORE, IN CALABRIA. INSERIVA CHIAVE IN SERRATURA CASA E SALUTAVA PERSONE CON NOME


Un finto cieco e' stato scoperto dai carabinieri ad Ardore, in provincia di Reggio Calabria. Si tratta di un uomo di 69 anni che e' stato denunciato ed al quale i carabinieri hanno sequestrato la somma di 145 mila euro pari alla pensione percepita dall'Inps dal 1986. L'uomo, nonostante
risultasse cieco assoluto, era solito pulire il marciapiede adiacente della sua abitazione. I carabinieri insospettiti da questo particolare hanno deciso di pedinare il finto cieco effettuando le relative riprese dei suoi spostamenti giornalieri. Dai controlli e' emerso che l'uomo girava per il paese in piena autonomia con disinvoltura e naturalezza, senza bisogno di accompagnatori. In alcuni casi, tornando a casa, dopo aver fatto la spesa, salutava persone chiamandole per nome ed arrivato davanti al portone d'ingresso della propria abitazione, inseriva tranquillamente la chiave nella serratura senza neanche aver bisogno di occhiali. Dalla certificazione medica, invece, risultava che il pensionato non avrebbe potuto svolgere nemmeno le piu' elementari attivita' quotidiane. Stamane i carabinieri hanno notificato al finto cieco un decreto di sequestro preventivo per equivalente emesso dal giudice delle indagini preliminari di Locri che ha accolto la richiesta della locale procura della Repubblica per un importo pari pari a 145 mila euro pari alle somme illecitamente percepite da quando gli e' stata concessa la pensione e l'indennita' di accompagnamento.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.