FIAT: REINTEGRI POMIGLIANO;SCENARI E TEMPI TECNICI SINDACATI, TRA LE ALTERNATIVE ANCHE I TRASFERIMENTI TEMPORANEI

I sindacati firmatari dell'accordo hanno 45 giorni di tempo per discutere con i vertici aziendali della newco Fabbrica Italia Pomigliano, sui 19 provvedimenti di mobilita' annunciati la scorsa settimana dall'azienda. Se entro tali tempi non si giungera' a un accordo congiunto, e i sindacati, quindi, non firmeranno per i licenziamenti, ci saranno ulteriori 30 giorni di tempo per questi ultimi di chiedere la mediazione dell'ufficio regionale di Lavoro. Dopodiche', se l'azienda non recede dal proprio intento, i sindacati potranno fare ricorso al tribunale contro i licenziamenti. Sono questi i tempi tecnici necessari all'azienda per mettere in atto i 19 provvedimenti di mobilita' per i lavoratori della newco Fabbrica Italia Pomigliano, al posto dei quali l'azienda assumera', entro il 28 novembre, gli iscritti alla Fiom. Si tratta delle prime 19 assunzioni delle 145 disposte dalla Corte d'Appello di Roma. Gli scenari alternativi al licenziamento, invece, spiegano alcune fonti sindacali, potrebbero essere molteplici, a partire dal trasferimento temporaneo dei 19 lavoratori della newco in altri stabilimenti Fiat d'Italia. Un'ipotesi, questa, che potrebbe essere presa in considerazione anche per gli stessi iscritti alla Fiom da assumere nella newco, che saranno in fabbrica a partire dal 10 dicembre prossimo. Dal 26 novembre, infatti, per i 2146 lavoratori della newco scatteranno altre due settimane di cassa integrazione, dopo lo stop di 15 giorni partito il 29 ottobre, con rientro in fabbrica il 12 novembre.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.