DISABILE DENUNCIA, IO AGGREDITA DA DIRETTORE ASL NAPOLI. MA LUI, IL DIRETTORE, LA RACCONTA DIVERSAMENTE

Lucia De Cicco, la disabile al centro dell'episodio verificatosi questa mattina nella sede dell'Asl Napoli 2 Nord di Monteruscello, ha reso noto di aver denunciato il direttore generale della stessa Asl sostenendo di essere stata lei aggredita da Giuseppe Ferraro e di non avere schiaffeggiato il dg. ''Questa mattina - spiega la De Cicco, presidente dell'associazione 'Fascia Costiera' - mi trovavo nei locali nell'Asl di Monteruscello in attesa di incontrare il direttore generale con altre persone interessate alla sorte dei servizi di assistenza territoriale allorquando il direttore, uscendo dalla sua stanza, e' andato via in maniera spedita. Non ha voluto ascoltarci. Io che mi sono trovata nelle sue immediate vicinanze ho cercato di presentare le nostre istanze, ma lui proseguendo a passo svelto mi ha travolto''. La De Cicco formula anche altre accuse nei confronti di Ferraro. ''So solo che ho dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari dell'ospedale civile di Pozzuoli per il brutto colpo che ho subito nella caduta. Ho avuto una prognosi di 20 giorni per contusioni multiple. Dovro' portare il collarino per il 'colpo di frusta' riportato. Ci tengo a precisare tutto quanto perche' non sono stata io ad aggredire, ma sono stata aggredita. C'e' anche un filmato che evidenzia quanto ho riferito e che gira sul web''. In veste di presidente di un'associazione sociale operante su un'area periferica di particolare disagio, De Cicco si sta battendo per la permanenza sul territorio dei presidi di assistenza territoriale ha raccolto circa 200 firme e partecipato agli incontri in Regione per discutere sui provvedimenti da adottare. ''La Regione con la commissione Trasparenza ha deciso la remissione del provvedimento di abolizione del Psaut di Varcaturo, ma - conclude - il direttore Ferraro ha voluto fare di testa sua. Non ha mai voluto ascoltarci e seguire le linee guida della regione e stamani ha fatto il resto, scappando dinanzi a noi che chiedevamo solo di esporre le nostre ragioni''. Giuseppe Ferraro, direttore generale dell'Asl Napoli 2 nord, la stessa storia la racconta in maniera diversa. Dice di essere stato aggredito mentre usciva dagli uffici dell'Asl, a Monteruscello. E secondo quanto - riportato da agenzie di stampa - il fatto sarebbe stato accertato dalla polizia. Il gesto - sempre secondo fonti della Polizia - sarebbe riconducibile a un incontro richiesto da un gruppo di disabili e non concesso da Ferraro. Due persone sono state portate in commissariato per identificazione. Il direttore generale dell'Asl Napoli 2 Nord in seguito all'aggressione che avrebbe subito all'esterno degli uffici dell'azienda,  sarebbe poi  rimasto barricato per circa mezz'ora all'interno di un ufficio postale mentre la polizia ripristinava l'ordine. Secondo quanto confermato anche dallo staff di Ferraro, il direttore generale si e' trovato circondato, oltre che da alcuni rappresentanti di un'associazione di disabili, anche da alcuni dipendenti dell'Asl che stavano protestando per lo spostamento dei punti di soccorso territoriali. Gli agenti sono riusciti a far uscire Ferraro da un accesso secondario.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.