CINA:CONGRESSO;RAGAZZINA 11 ANNI METTE IN IMBARAZZO MINISTRO GIOVANE REPORT FA DOMANDA SU SICUREZZA ALIMENTARE


Una ragazzina di 11 anni ha messo in imbarazzo con la sua domanda sulla crisi della sicurezza alimentare in Cina alcuni alti dirigenti del Partito comunista cinese e del governo, in una conferenza stampa a margine del 18/mo Congresso del Partito, in corso a Pechino. Lo riferisce
oggi la stampa di Hong Kong. Sun Luyuan, 11 anni, presente alla conferenza stampa in qualita' di reporter del giornale studentesco Chinese Teenager News, ha chiesto la parola in uno dei soporiferi incontri di delegati al Congresso con la stampa e subito ha risvegliato l'attenzione dei presenti. ''Mi piacciono molto gli snacks - ha detto la ragazzina - ma ora non ho piu' il coraggio di comprarli, dato che in giro c'e' una grande quantita' di cibo adulterato. La mia domanda a tutti gli zii e le zie di livello ministeriale e': come possiamo noi ragazzi stare tranquilli su quello che mangiamo?''. Dopo un momento di panico, ha preso la parola il ministro dell'Istruzione e membro del comitato centrale Yuan Guiren, che ha risposto con delle frasi fatte, assicurando la ragazza che il governo ha ''messo a punto una serie di controlli per garantire la sicurezza del cibo in vendita''. Sun, educatamente, si e' dichiarata ''soddisfatta'' della risposta, aggiungendo che la ''riferira''' ai lettori del suo giornale. Una serie di scandali hanno investito negli ultimi anni il settore alimentare cinese. Il piu' grave e' stato quello del latte in polvere che veniva tagliato con la melamina, una sostanza tossica che faceva apparire falsamente alto il valore proteico del latte.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.