CANNAVARO SPINGE IL NAPOLI, NON MOLLIAMO MAI CONTRO MILAN ASSENTE PANDEV, INSIGNE IN COPPIA CON CAVANI


Capitan Cannavaro spinge il suo Napoli, ''una squadra che non molla mai''. Una squadra che il successo di domenica scorsa a Marassi contro il Genoa ha rilanciato in classifica e nel morale, dopo un periodo di appannamento culminato con le sconfitte di Bergamo e di Dnipropetrovsk in Europa League. Una vittoria, quella con i rossoblu' genoani, che ha anche rinsaldato i rapporti tra i giocatori ed il loro allenatore, Walter Mazzarri, come testimonia l'abbraccio corale dopo il gol del vantaggio siglato da Marek Hamsik. ''E' stato un momento bellissimo - racconta Cannavaro parlando ai microfoni di Radio Marte - ed un gesto spontaneo. E' stata una partita carica di emozioni con continui sorpassi e dopo il nostro terzo gol siamo esplosi di entusiasmo. Personalmente sono andato ad abbracciare il mister spontaneamente perche' lui e' uno che soffre piu' di noi fuori dal campo e nell'intervallo ci aveva detto che con calma potevamo vincerla la partita. Mazzarri e' un allenatore che non lascia mai nulla di intentato e che ci ha inculcato la mentalita' vincente fino al 95esimo. Il Napoli non molla mai e lo abbiamo dimsotrato ancora una volta''. Gli azzurri sono diventati specialisti in rimonte clamorose e questo, probabilmente, e' uno dei tanti meriti dell'allenatore. ''Si, da quando c'e' il
mister - ammette il capitano - questo aspetto caratteriale e' venuto fuori sin dal primo anno. Qui si e' creato un gruppo che non ci sta a perdere mai. E' chiaro che le rimonte sono belle, affascinanti ed emozionanti, ma a parte i brividi che regalano partite come quelle di Genova e con il Dnipro, e' chiaro che noi siamo anche capaci di vincere gare mettendo al sicuro il risultato. Questo credo sia un aspetto di crescita''. Al San Paolo sabato sera arrivera' un Milan con un disperato bisogno di punti. ''Sara' - pronostica Cannavaro - la solita sfida affascinante. Il Milan avra' voglia di rifarsi e riprendere la corsa. Come singoli non e' la squadra degli anni scorsi ma e' sempre un Club di grande prestigio e forza. Ci vorra' un grande Napoli e faccio anche un appello ai tifosi affinche' ci spingano come sempre in questi big match''. Con il Milan Goran Pandev non ci sara'. Il macedone oggi non si e' allenato e si e' sottoposto solo a massaggi e terapie. La distorsione alla caviglia rimediata contro il Genoa necessita ancora di qualche giorno per la guarigione. Al suo posto giochera' Lorenzo Insigne, il quale a sua volta, soffre per lo stesso malanno. Ma la botta si e' rivelata meno grave del previsto ed il genietto di Frattamaggiore, che pure ha dovuto rinunciare alla partita dell'Under 21 contro la Spagna, sara' invece regolarmente in campo, al fianco di Cavani, nell'anticipo di sabato sera al San Paolo.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.