CAMPANIA, CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA PER 13MILA LAVORATORI. C'E' LA COPERTURA FINANZIARIA DI 75 MILIONI DI EURO

Passi in avanti in Regione Campania sul fronte lavoro. Sono stati approvati gli elenchi delle aziende e dei relativi lavoratori per i quali verranno prorogati i trattamenti indennitari fino al 31 dicembre 2012. La decisione e' frutto dell'accordo tra Regione Campania e ministero del Lavoro che il ministro Fornero e l'assessore Nappi sigleranno il prossimo 12 novembre a Napoli in occasione della conferenza italo-tedesca "Lavorare insieme per l'occupazione dei giovani". Nello specifico sono stati approvati i trattamenti di mobilita' in deroga per 1.129 lavoratori e trattamenti di cassa integrazione in deroga per 11.520 lavoratori. Il totale delle aziende interessate, invece, tra mobilita' e cassa integrazione ammonta ad 839. Per i 12.649 percettori totali di ammortizzatori sociali in deroga, la Regione Campania e il governo nazionale stanziano 75.748.133 milioni di euro, che garantiranno la copertura fino alla fine dell'anno. "Con l'autorizzazione alla prosecuzione dei trattamenti di sostegno al reddito in deroga - sottolinea Nappi - abbiamo messo in sicurezza fino alla fine dell'anno tanti lavoratori e le loro famiglie. Contestualmente in questi giorni la gran parte di questi lavoratori e' interessata anche da percorsi di riqualificazione professionale, in sintonia con la scelta di questa giunta di accompagnare sempre le politiche passive con strumenti e misure che aiutino il reinserimento nel mondo del lavoro. Ora il nostro obiettivo, per quanto attiene la gestione delle crisi aziendali, e' quello di concordare con il governo la prosecuzione dei trattamenti indennitari anche per l'anno 2013. Lavoriamo altresi' in Campania per erogare sempre di piu' politiche attive mirate, in linea con le esigenze della produzione, senza le quali i lavoratori difficilmente possono sperare in un reingresso nel sistema produttivo".

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.