AOSTA: ARRESTATA DA CC DONNA, FACEVA SPACCIARE FIGLIO RAGAZZO MINORE 14 ANNI, NON IMPUTABILE. DENUNCIATI ALTRI 5

I Carabinieri del Comando Stazione di Gressoney Saint Jean (AO) hanno concluso un'indagine finalizzata al contrasto sia dello spaccio che del consumo di sostanze stupefacenti in ambiente giovanile, perlopiu' composto da studenti minorenni, tutti residenti in localita' montane della Valle del Lys. Lo hanno riferito i militari dell'Arma con un comunicato. Le indagini hanno consentito di debellare un sodalizio, composto da giovani, alcuni dei quali adolescenti, che, con la tolleranza nonche' l'attiva agevolazione di alcuni adulti, avevano intrapreso attivita' di spaccio di hashish, marijuana e, in misura minore, di cocaina, verso una clientela composta da studenti. L'operazione si e' conclusa con l'arresto della madre di uno dei giovani, che e' accusata di detenzione e spaccio di stupefacenti con le aggravanti di aver agito con abuso di autorita' e di relazioni domestiche, in quanto si serviva del proprio figlio - che e' addirittura minore di 14 anni, quindi non imputabile - per l'attivita' di spaccio al minuto e di consegna dello stupefacente. L'attivita' ha consentito anche di denunciare alla Procura di Aosta ed a quella dei minori di Torino cinque giovani, dei quali due minorenni, e di segnalare quali assuntori di stupefacenti altri dodici ragazzi, undici dei quali minorenni, nonche' di sequestrare di venti grammi di hashish, un grammo di cocaina ed oltre cinquecento semi di marijuana. Ulteriori particolari sull'operazione saranno illustrati alle ore 11 di oggi, 6 novembre 2012, nel corso della conferenza stampa che si terra' presso il Comando Gruppo Carabinieri di Aosta.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.