USURA A PORTICI, LA FINANZA ARRESTA TRE PERSONE

Agenti della compagnia della Guardia di Finanza di Portici (Napoli) hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare - emessa dal gip del Tribunale di Napoli - nei confronti di tre imprenditori per i reati di associazione per delinquere, frode fiscale e usura bancaria; nel corso dell'operazione e' stato eseguito anche un sequestro per un milione e 300 mila euro. I destinatari dell'ordinanza (A.A. 49 anni, A.N., 50, agli arresti domiciliari e S.M., 56, all'obbligo di firma) avrebbero erogato attraverso tre societa', parti di una holding capillarmente presente nel Paese, finanziamenti a privati e a dipendenti della Pubblica amministrazione a tassi usurari oscillanti da un minimo del 40% ad un massimo del 227%, di gran lunga superiore alla soglia legale media del 19% circa. In diversi casi - e' emerso dalle indagini - l'ammontare complessivo delle trattenute, operate in busta paga sullo stipendio netto, superava notevolmente il limite del 40 - 50% previsto dalla normativa di riferimento. Significative sono risultate alcune posizioni di militari dell'Aeronautica di Pozzuoli, a cui venivano praticate trattenute in busta paga per un ammontare medio di 1.400 euro con un netto residuo in busta paga di 450 - 700 euro: ovvero il 65% - 75% dello stipendio. Inoltre, si e' accertato che le societa' dietro cui operavano i tre indagati avevano abbattuto il reddito imponibile facendo ricorso a fatture emesse per operazioni inesistenti con le quali attestare costi fittiziamente sostenuti. L'indagine si e' basata sull'analisi di migliaia di contratti, in particolare per il rinnovo prestiti, che ha consentito di riscontrare gravi e reiterate violazioni nella normativa di settore. Inoltre e' emersa la complicita' di un dipendente dell'Aeronautica in congedo, per sopraggiunti limiti di eta', che avrebbe avallato numerose pratiche di finanziamento illecitamente prodotte con trattenute, per un ammontare complessivo di gran lunga superiore al 50% dello stipendio netto previsto dalla legge.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.