RACKET: ERCOLANO; 21 IMPUTATI, CHIESTE PENE PER 401 ANNI REQUISITORIA DEI PM A PROCESSO PER ESTORSIONI

Quattrocentouno anni di reclusione complessivi per 21 imputati. E' la richiesta avanzata dal procuratore aggiunto Rosario Cantelmo e dal pm Pierpaolo Filippelli nel processo al racket di Ercolano contro presunti appartenenti ai clan Birra - Iacomino e Ascione - Papale, accusati di aver vessato commercianti ed imprenditori del Vesuviano. Nella requisitoria e' stato ricostruito il modus operandi della richiesta di pizzo attraverso la riscossione delle rate nella classiche date del Natale, Pasqua e Ferragosto. L'udienza si e' svolta presso la III sezione penale del Tribunale di Napoli. Presenti in Aula le parti civili: il Comune di Ercolano, il Ministero degli Interni, l'associazione Antiracket della FAI. Ad aprile per 20 imputati, presunti appartenenti ai due clan in lotta, si concluse il processo con rito abbreviato con condanne oscillanti tra i 4 e i 18 anni di reclusione.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.