NEL LAGER DEL CARCERE DI POGGIOREALE LO STATO VUOLE INSEGNARE AI CRIMINALI A VIVERE NEL RISPETTO DELLA LEGGE CON UN SISTEMA DETENTIVO ILLEGALE

Allora, la denuncia e' di quelle drammatiche. E a farla e' persona notoriamente mite certo non avvezza alla ricera dei titoli dei giornali. Adriana Tocco, garante dei detenuti della Campania, afferma che il carcere di Poggioreale ospita (si fa per dire) 2700 detenuti in luogo dei 1400 che potrebbe alloggiare per espiare le pene loro inflitte mirando al cosiddetto reinserimento in societa'. Sulla base di questi numeri drammatici, su cui non si puo' certo discettare, c'e' un rischio contagio criminoso. Le condizioni delle pene detentive sono criminali. Insomma, per dirla senza peli sulla lingua, lo Stato vuole insegnare ai criminali il corretto vivere in societa' con metodi criminali. E questa condizione assurda non nuoce solo ai detenuti ma anche ai secondini, anche loro detenuti nel lager di Poggioreale 5 giorni a settimana.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.