FALSO AVVOCATO NEL CASERTANO, AI DOMICILIARI PER CALUNNIA NEI CONFRONTI PRESIDENTE ORDINE AVVOCATI NAPOLI

E' finito agli arresti domiciliari per calunnia continuata il 52enne Vincenzo Papa, residente a Francolise (Caserta), gia' condannato per esercizio abusivo della professione di avvocato e imputato per il medesimo motivo e per altri reati (truffa, falsita' ideologica, violenza privata, ndr) in numerosi procedimenti penali. Secondo la Procura di Santa Maria Capua Vetere che ha condotto le indagini e il Gip che ne ha ordinato l'arresto, eseguito dai carabinieri della compagnia sammaritana, Papa avrebbe calunniato il presidente dell'Ordine degli Avvocati di Napoli Francesco Caia che in un'udienza penale, chiamato a testimoniare, ne confermo' la sua veste di ''falso avvocato'', attestando semplicemente il mancato possesso da parte di Papa dell'abilitazione ad esercitare la professione forense. Il 52enne lo denuncio' per calunnia, Caia presento' controdenuncia per lo stesso reato. Ben presto venne fuori che Papa aveva presentato nei processi aperti a suo carico per esercizio abusivo della professione un finto verbale della seduta consiliare dell'ordine di Napoli che attestava l'approvazione di una delibera con cui veniva disposta la sua iscrizione nel registro dei praticanti in forma autonoma.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.