COMICS, A NAPOLI LA SCUOLA INTERNAZIONALE DEL FUMETTO PER NUOVI TALENTI

Parte domani l'attivita' della Scuola Internazionale di Comics di Napoli, la prima sede nel meridione nata per formare giovani talenti. La Scuola (www.scuolacomics.it), nelle sedi gia' attive in Italia, ha tra i propri direttori Eleuteri Serpieri (Druuna) e Giancarlo Alessandrini (Martin Mystere). A Napoli si parte con Lorenzo Ruggiero e Fabrizio Fiorentino, matite al servizio delle più grandi case editrici di fumetti del mondo come la Marvel e la Dc. Ruggiero, autore di storie di Spiderman e Batman, e' partito proprio da Napoli per affermarsi negli States: ''Bisogna guardare anche oltre i confini nazionali e mirare ai mercati esteri in particolare Stati Uniti e Giappone dove il mondo del fumetto gode di grande popolarità'', dice, spingendo i giovani artisti a maturare esperienze anche all'estero. ''Tutti i docenti sono nel pieno della loro attività – aggiunge il disegnatore napoletano - possiamo cosi' mostrare ai ragazzi un percorso da seguire per affinare il proprio talento e cercare di inserirsi nel mondo lavorativo in maniera concreta''. La squadra dei direttori artistici e' completata da Fabrizio Fiorentino, anche lui autore per il mercato statunitense. Cresciuto professionalmente in Florida ha lavorato per la Dc disegnando storie di Superman e per la Crossgen: ''Per migliorarsi - spiega - e avvicinare il sogno di diventare un disegnatore di fumetti è importante guardare con attenzione tutte le arti grafiche ed anche la scultura, un aspetto che la Scuola ha molto a cuore''. Giuliano Monni, direttore editoriale, sottolinea, infatti, come si parta per insegnare fumetto, ma si copra gran parte del mondo dell' entertainment: ''Il nome Accademia delle arti figurative e digitali spiega gli obiettivi che la scuola persegue attraverso la varieta' di corsi – sottolinea Monni – vogliamo affacciarci su mondi dalle grandi potenzialità come la fotografia, la sceneggiatura o la scultura, fino agli effetti speciali per il cinema. Si tratta quindi di una ''bottega sforna talenti'', dove il primo passo e' creare solide fondamenta. Tra le principali citta' d’ arte italiane – conclude Monni, titolare anche della casa editrice GGstudio, - Napoli era l'unica a non avere la Scuola Internazionale di Comics. Abbiamo colmato una lacuna e vogliamo diventare un punto di riferimento per il Sud''.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.