CLAN DEI CASALESI, TENTATO OMICIDIO E FAVOREGGIAMENTO, 2 ARRESTI NEL CASERTANO

Gaetano Pagano di 60 anni presunto affiliato al clan dei Casalesi-gruppo Bidognetti e Vincenzo Caterino, 48, ristoratore di professione hanno ricevuto una ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale del Riesame di Napoli a seguito di un ricorso proposto dalla
Direzione distrettuale antimafia. Pagano ha ricevuto il provvedimento in cella dove si trova rinchiuso per altre ragioni. Pagano e' indagato per tentato omicidio mentre Caterino per detenzione illegale di armi e favoreggiamento personale. Tutti i reati aggravati dalla finalita' di avere agevolato il gruppo Bidognetti. All'indagine hanno collaborato due pentiti, Emilio Di Caterino e Luigi Grassia. Obiettivo dei sicari era Francesco Panaro, esponente del clan Cantiello-Tavoletta, costituito da fuoriusciti della cosca capeggiata da Francesco Bidognetti detto Cicciotto e mezzanotte.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.