SCIOPERO TIR, CINQUE ARRESTI PER BLOCCO STRADALE NEL CASERTANO. SONO TUTTI AUTOTRASPORTATORI DEL SALERNITANO

Le Forze dell'Ordine hanno effettuato cinque arresti di manifestanti che hanno partecipato nei giorni scorsi ai blocchi stradali lungo la rete autostradale di Caserta. I provvedimenti sono scattati in serata. Attualmente nel Casertano e' bloccato solo lo svincolo di Caserta Sud della A1 mentre tutti gli altri blocchi sono stati rimossi da ieri.
Gli arrestati, tutti autotrasportatori originari del salernitano, sono Giovanni e Silvano Califano, due fratelli di Nocera Inferiore e Pagani, Marziano Schiavone di San Marzano sul Sarno, Angelo Migliardo di Nocera Inferiore e Luigi Iervolino di Torre Annunziata. I cinque, a bordo di un Fiat Doblo', avevano inseguito un autotrasportatore che, alla guida del suo tir, aveva imboccato la A30 al casello di Nocera-Pagani, e si stava dirigendo verso Caserta. Avrebbero tentato, quindi, di costringere l'autista a fermarsi, anche con alcune manovre azzardate, piazzandosi davanti all'autoarticolato ed effettuando frenate, e avevano, stando alla ricostruzione dei fatti, lanciato contro la carrozzeria del veicolo un pesante oggetto metallico. Vedendo che il vetro era danneggiato, l'autista del camion, tramite il 113, ha contattato il centro operativo Autostradale di Napoli il cui operatore aveva suggerito di dirigersi verso l'uscita di Caserta Sud, in questo modo indirizzando il camionista nella zona le pattuglie della Sotto-Sezione di Caserta Nord. I poliziotti hanno intercettato l'autocarro e i suoi inseguitori che, per evitare di essere identificati, hanno tenuto il portellone posteriore del Fiat Doblo' aperto per impedire la visione della targa. I cinque, una volta bloccati, sono stati arrestati per violenza privata e danneggiamento aggravato.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.