PROTESTA DEI LAVORATORI HYDROGEST CHE GESTISCE IL DEPURATORE DI CUMA

Continua la protesta dei lavoratori della Hydrogest che gestisce il depuratore di Cuma per conto della Regione Campania. Oggi si e' svolto un nuovo sit-in a Licola all'ingresso principale dell'impianto a cui hanno partecipato con un gruppo di lavoratori i 'Verdi' e diverse associazioni ambientaliste. La protesta non ha toccato le criticita' di ieri pomeriggio con lo sversamento diretto di melma in strada e a mare, anzi sono stati rispettati i turni operativi tenendo regolarmente in funzione l'impianto. Tra le denunce dei lavoratori, oltre ai ritardi nella corresponsione degli stipendi, c'e' anche la vetusta' dell'impianto e il sistematico rinvio dei lavori di manutenzione ordinaria che creano seri problemi alla corretta funzionalita' del depuratore. I ritardi sui pagamenti degli stipendi non riguardano solo la struttura di Pozzuoli ma l'intera rete dei depuratori gestiti dalla Hydrogest, societa' in liquidazione, ma con un contenzioso aperto con la Regione Campania per il mancato rispetto delle tempistiche del contratto. Secondo quanto riferito dai rappresentanti sindacali, comunque, la vertenza potrebbe trovare una soluzione gia' dalla prossima settimana con il pagamento di una prima tranche delle spettanze dei lavoratori. Intanto alla foce di Licola, dove sono collegati i collettori del Depuratore, c'e' stato un sopralluogo dei tecnici dell'Arpac per valutare il grado di inquinamento delle acque.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.