PIRATA DELLA STRADA INVESTE E UCCIDE IL 47ENNE FERDINANDO CICALA E POI SCAPPA SENZA PRESTARE SOCCORSO

E' vittima di un pirata della strada Ferdinando Cicala, l'uomo di 47 anni, residente nel casertano, morto nell'incidente verificatosi sulla A1 Milano - Napoli, tra il bivio Acerra/Afragola e il bivio con l'A16, in direzione sud, in territorio di Afragola, che stava percorrendo per recarsi al lavoro a Napoli alla guida di una Fiat Seicento. Improvvisamente, il veicolo ha avuto un'avaria e si e' arrestato in prossimita' della corsia d'emergenza. Cicala, sceso dall'abitacolo, e' stato travolto da un'auto che sopraggiungeva. Il corpo - proiettato in avanti - e' stato trovato sotto la stessa autovettura che, spinta anch'essa per effetto dell'urto, ha finito poi per travolgerlo. Sul posto i rilievi sono stati effettuati da pattuglie della sottosezione Polizia Stradale di Napoli Nord che hanno trovato sul posto tracce dell'autovettura investitrice, verosimilmente appartenenti ad una Lancia Y 10 colore blu tipo elefantino. Sono quindi iniziate le indagini per rintracciare il pirata della strada. Il codice della strada, ricorda la Polstrada, prevede che l'investitore che non si e' fermato e non ha prestato assistenza possa evitare l'adozione delle misure di custodia cautelare a suo carico se entro le ventiquattro ore successive al sinistro ricollegabile al suo comportamento si mette a disposizione degli organi di polizia giudiziaria.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.