OPERAI SMA PROTESTANO PERCHE' TEMONO LICENZIAMENTI

I lavoratori della Sma, di cui la Regione Campania e' socio di minoranza, che svolge servizio antincendio boschivo, stanno presidiando la sede dell'assessorato al Lavoro in segno di protesta contro l'azienda che ieri non si e' presentata al tavolo convocato dall'assessore al ramo, Severino Nappi, per discutere sulle modalita' per evitare i licenziamenti collettivi e tagliare dove possibile, senza incidere sui lavoratori. Oggi, nella sede dell'assessorato, e' in programma un incontro con Ormel, Osservatorio regionale del mercato del lavoro, per discutere della procedura di licenziamenti collettivi avviata dall'azienda. Alla fine del prossimo mese, scadra' il contratto che appalta il servizio e che coinvolge circa 700 dipendenti. La Giunta Caldoro, per evitare i licenziamenti, sta portando avanti un lavoro, con il Governo centrale, per ottenere la possibilita' di utilizzare risorse regionali, delle rinvenienze, e garantire lavoro per i prossimi 19 mesi, al costo di 12 mesi, con una proroga del contratto. Una proposta condivisa anche dall'azienda che, dal canto suo, deve, pero', sospendere la procedura di licenziamento collettivo prevista allo scadere del contratto. L'assenza dell'azienda, al tavolo di ieri, ha determinato la protesta di oggi perche', secondo i lavoratori, potrebbe essere il segnale che in realta' l'azienda si avvia al licenziamento. I sindacati fanno sapere che non prenderanno parte al tavolo previsto in giornata.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.