NON SEPPELLITE IL SITO ARCHEOLOGICO DI LONGOLA. L'APPELLO DI DE MITA AL MINISTRO ORNAGHI

La Regione Campania informera' il ministro per i Beni culturali Lorenzo Ornaghi della protesta di amministratori, associazioni e cittadini di Longola, nei pressi di Poggiomarino, dove sta per essere abbandonato per mancanza di fondi un sito archeologico preistorico. "Faremo quanto possibile per la valorizzazione del sito archeologico della Longola, ma non potremo fare quello che va al di la' delle nostre competenze'', afferma l' assessore regionale ai beni culturali Giuseppe De Mita. ''La Regione Campania non ha competenze specifiche sulla manutenzione, la tutela ed il recupero dei siti archeologici e circa le questioni occupazionali collegate alle aree di interesse culturale - aggiunge De Mita- l'unica strada che si puo' perseguire, dunque, e' quella del coinvolgimento del Mibac'. Senza un intervento statale adeguato, infatti, le azioni di valorizzazione, le uniche di competenza della Regione, risulterebbero inefficaci e praticamente inutili." "Informero' il ministro Ornaghi, certo di un suo interessamento - afferma ancora l' assessore ai beni culturali - di concerto con il Ministero si potra' individuare una soluzione che eviti la chiusura dell'area archeologica e dia una prospettiva futura al villaggio protostorico di Poggiomarino. Al ministro chiederò una risposta tempestiva, in maniera tale che anche l'amministrazione regionale potrà agire rapidamente per quanto di propria competenza".

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.