MAZZARRI CARICA GLI AZZURRI: CONTRO IL BOLOGNA VOGLIO UN NAPOLI ATTENTO E FEROCE

Walter Mazzarri chiede al suo Napoli "massima attenzione" contro il Bologna. "Dobbiamo essere attenti e feroci come e' giusto che sia sempre una grande squadra", dice il tecnico dei partenopei alla vigilia del 'monday night di campionato al San Paolo. Il Napoli e' in crescita: "In assoluto nelle ultime due partite, ho visto i ragazzi maggiormente responsabilizzati", sottolinea Mazzarri.
"Ma piu' che la partita di Palermo, dove forse abbiamo concesso troppo nel primo tempo, mi piacerebbe vedere l'approccio di gara che abbiamo avuto col Genoa. Se noi riusciamo subito a concretizzare le occasioni gol, poi la partita si mette nel miglior modo". Il tecnico non si fida del Bologna: "Domani giocheremo con una squadra insidiosa che ha un allenatore che ci ha sempre messo in difficolta' quando allenava il Chievo", dice alludendo a Pioli. "Sappiamo a cosa andremo incontro. Ho parlato con la squadra e parleremo ancora oggi dopo l'allenamento. Ho visto fiducia e forza negli occhi dei ragazzi".
"Noi dobbiamo solamente andare in campo alla nostra maniera e dare il 110 per cento", prosegue il tecnico. "E cosi' voglio che accada domani con il Bologna. Se ci facciamo distrarre dal nome dell'avversario, piu' o meno blasonato, sbagliamo di grosso. Se invece approcciamo la partita con la giusta paura e il giusto rispetto, allora potremo vedere le nostre migliori caratteristiche".
In attesa di riavere a disposizione Lavezzi, Mazzarri si gode l'ottimo momento di Pandev: "Goran e' un grande giocatore, per lui parla la carriera ed i numeri. Questo lo sapevamo sin dall'inizio, lo abbiamo aiutato a mettersi a posto completamente e ora speriamo che possa darci ancora un grande contributo".
"Pandev -aggiunge- e' un mio grande orgoglio e le sue parole nei miei confronti sono la migliore gratificazione. A me, al di la' di tutto, da' enorme soddisfazione poter mettere un giocatore nelle condizioni migliori di esprimersi". E in settimana tornera' anche il 'pocho': "Il dottore mi ha detto che probabilmente martedi' potra' tornare ad allenarsi col gruppo e che quindi sara' clinicamente guarito. Lo riavro' a disposizione e valutero' le sue condizioni atletiche di volta in volta. Da parte mia il discorso non cambia, faro' sempre giocare chi sta meglio e che puo' darmi in quel momento le migliori garanzie di rendimento, per il bene del Napoli".
Il tecnico aspetta senza fretta il migliore Vargas, che andra' in panchina contro il Bologna, dopo l'esordio poco convincente del cileno in coppa Italia contro il Cesena: "L'investimento di Vargas va valutato a lungo raggio. E' un affare che bisognava chiudere a gennaio per anticipare tutti e noi utilizzeremo questi mesi per farlo crescere nel nostro interno e inserirlo gradualmente nei nostri meccanismi. In questi giorni l'ho visto bene organicamente, ha preso il ritmo italiano, si sta allenando e si e' gia' calato nella dimensione del gruppo". Mazzarri parla anche del suo futuro: "Io sto benissimo qua e questo e' l'aspetto importante. Con la societa' va tutto al meglio, c'e' sintonia, confronto, dialogo e di piu' non potrei desiderare. E se la societa' dovesse propormi un giorno il prolugamento del contratto, per me sarebbe un grande orgoglio".

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.