MASSIMO RANIERI PORTA BRECHT AL SAN CARLO

Dopo il debutto al Napoli Teatro Festival Italia a luglio, torna in scena dal 17 al 21 gennaio al teatro di San Carlo di Napoli "L'opera da tre soldi" di Bertolt Brecht e Kurt Weill, con la regia di Luca De Fusco nella traduzione di Paola Capriolo. Protagonista dello spettacolo, nel ruolo del fascinoso delinquente Mackie Messer, Massimo Ranieri, accompagnato da Gaia Aprea (Polly Peachum), Ugo Maria Morosi (Geremia Peachum), Margherita Di Rauso (Celia Peachum), Paolo Serra (Jackie "Tiger" Brown, capo della polizia), e la partecipazione straordinaria di Lina Sastri per il ruolo di Jenny delle Spelonche. Le musiche sono eseguite dall'orchestra del San Carlo diretta da Francesco Lanzillotta. Lo spettacolo, presentato al Massimo napoletano nell'ambito della stagione 2011/2012 dello stabile partenopeo diretto da Luca De Fusco nel programma di collaborazione tra i due teatri pubblici, e' costruito attorno a Ranieri che lungo la rappresentazione offre un'ulteriore prova del suo grande talento, mettendo in rassegna, senza soluzione di continuita', le sue doti di cantante, ballerino, interprete, acrobata e mattatore. Le scene, firmate da Fabrizio Plessi, trovano il loro punto di forza in una parete di monitor che restituiscono, insieme a disegni, immagini di Napoli in bianco e nero, del secondo dopoguerra e della metropoli odierna, in una dimensione atemporale accentuata anche dai costumi di scena di Giuseppe Crisolini Malatesta. Lo spettacolo andra' anche a Brindisi, Roma, Ravenna, Venezia.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.