ISCHIA, ARRESTI DOMICILIARI PER 3 MINORI E UNO IN COMUNITA'. SONO ACCUSATI DI AVER FABBRICATO UN ORDIGNO

Il Tribunale dei Minori di Napoli ha emesso quattro ordinanze di misura cautelare, di cui tre ai domiciliari ed una in comunita', per quattro minorenni accusati di concorso in fabbricazione e detenzione di bomba carta e incendio doloso. Un 17 enne di Barano d'Ischia e' stato trasferito nella comunita' dei Colli Aminei di Napoli mentre un altro 17 enne ed un 15 enne di Barano d'Ischia sono agli arresti domiciliari. Oltre ai tre ischitani, arresti domiciliari ad un 17enne di Roma, in vacanza ad Ischia al momento del fatto. Il provvedimento dall'autorita' giudiziaria minorile di Napoli e' stato emesso a seguito dell'attività d'indagine dei militari della stazione di Barano d'Ischia che aveva consentito di identificare i quattro minori come gli autori di un danneggiamento all'ufficio postale di piazza San Rocco perpetrato la notte del 31 dicembre scorso: i quattro avevano collocato un grosso ordigno di fabbricazione artigianale (realizzato svuotando 150 'magnum' e mettendo a pressione la polvere da sparo in un tubo metallico) collocandolo davanti all'ingresso dell'ufficio postale e facendolo esplodere, causando la distruzione di parte del muro perimetrale e di numerose cassette postali nonche' il danneggiamento di due autovetture parcheggiate sulla pubblica via e mettendo a rischio la vita di eventuali passanti.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.