IL DISASTRO GIUSTIZIA NEL DISTRETTO GIUDIZIARIO DELLA CORTE DI APPELLO DI NAPOLI

Nella Corte d'Appello partenopea sono 13.948 i procedimenti penali iscritti a fronte dei 7.830 definiti; alla fine quelli pendenti sono 29.126. Rispetto allo scorso anno ci sono il 13% in meno di procedimenti definiti, con una percentuale di pendenza oltre il 28%. Situazione ancora piu' grave in Corte d'Assise d'Appello dove la pendenza finale e' del 36% con 1056 procedimenti iscritti, 62 definiti e 161 quelli pendenti finali. Per quanto riguarda quelli a carico di minori, la situazione e' preoccupante con una pendenza del 76%. Un segnale positivo arriva invece dal settore civile. I procedimenti iscritti nel 2010/2011 sono 163.968, quelli definiti 173.971, i pendenti sono 200.387, confermando ancora una volta che la definizione dei processi in sede civile supera la sopravvenienza. Questo e' possibile anche grazie alle nuove normative che esemplificano di molto le procedure. La pendenza finale e' del -5%. La situazione e' un po' diversa ai Giudici di Pace. Le opposizioni alle sanzioni amministrative passano dalle 23.847 iscritte alle 20.273 con oltre 47mila definite. Schizzano invece le cause per i risarcimenti dei danni alla circolazione che passano dalle 59.130 alle 83.203 finali, passando alle 50mila definite nel corso di un anno.

Commenti

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.